PASSWORD RESET

Una vacanza da vivere...una vacanza da ricordare!

Itinerario voltiano Como

1.19K 0

tempio Voltiano ComoSplendida località situata in una piccola conca attorniata da boscose colline moreniche, Como è una città ricca di monumenti da visitare nota nel mondo per la sua bellezza e per il suo meraviglioso lago. Ma non solo, infatti, la città è anche famosa per aver dato i natali ad Alessandro Volta, il celebre inventore della pila. Como fu un punto di riferimento costante nella vita e nell’opera del fisico italiano. L’itinerario guida il visitatore alla scoperta dei luoghi della città legati alla vita del grande fisico comasco.

L’itinerario inizia con una visita al Tempio Voltiano, un suggestivo edificio in stile neoclassico eretto in riva al Lago di Como nel 1927, in occasione delle celebrazioni del centenario della morte di Volta. L’edificio fu realizzato su progetto dell’architetto Federico Frigerio, principale esponente della cultura architettonica comasca del tempo, il quale realizzò l’opera richiamandosi esplicitamente al Pantheon. Il tempio è in realtà un museo dove, in ordine cronologico, è raccolta una straordinaria serie di strumenti costruiti e utilizzati da Volta. All’interno sono conservati anche busti, bassorilievi e cimeli del più grande scienziato del Lario.

L’itinerario prosegue poi verso il centro cittadino, dove si trova Piazza Volta con la statua dello scienziato realizzata da Pompeo Marchesi, allievo del Canova. Proseguendo nella centralissima via a lui intitolata s’incontra la casa natale dello scienziato, un bello ed imponente edificio risultante dall’incorporazione e fusione di diversi fabbricati, compiute dopo la metà dell’Ottocento, che attualmente ospita vari studi professionali. Sul portone è posta una targa commemorativa con la scritta “Fu questa l’avita casa di Alessandro Volta”.

Proseguendo verso l’angolo interno delle mura cittadine, è visibile la Torre Gattoni, un’imponente e particolare torre di forma pentagonale nel cui gabinetto fisico lo scienziato si dedicò all’elettrologia e condusse i primi esperimenti. Poco distante si trova il Palazzo degli Studi, sede del Liceo classico Alessandro Volta, dove lo studioso svolse attività di ricerca e insegnò Fisica Sperimentale. Al suo interno è conservata una collezione di strumenti scientifici di inestimabile valore. In via Diaz invece è possibile ammirare la Chiesa di S. Donnino, un affascinante edificio religioso abbellito da importanti cicli di decorazioni e affreschi del XVI-XVII secolo, con la fonte battesimale e il certificato di battesimo del piccolo Alessandro.

Continuando fuori città in direzione Lecco si giunge a Camnago Volta, dove si trova la casa di campagna della famiglia e la tomba dello scienziato, un tempietto in stile neoclassico ornato di statue e di rilievi. Infine, l’itinerario si conclude a Brunate, in località S. Maurizio, dove si trova il Faro Voltiano, eretto nel 1927 così come il Tempio Voltiano, in occasione del centenario della morte di Volta.